Aggiornamenti settimanali: Apulia film commission a Londra,tanti festival del cinema e..le uscite della settimana

1 Flares Twitter 0 Facebook 1 Google+ 0 1 Flares ×

Siete in città? Siete in vacanza? Leggete l’articolo e scoprirete tante novità cinematografiche…

XIII festival del cinema all’aperto a Napoli

 

 

 

 

 

 

Il festival del cinema all’aperto di Napoli ha riaperto nella suggestiva location del Parco del POGGIO.

La serata d’inaugurazione, il 6 luglio, è stata dedicata al mondo della comunicazione e al suo rapporto con il potere, con la proiezione del film di George Clooney “Le Idi di Marzo”; come di consueto la serata è stata  organizzata in collaborazione con il Corso di Laurea Magistrale in Imprenditoria e Creatività per Cinema, Teatro e TV dell’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa.

Prosegue fino al 8 settembre 2012 la kermesse cinematografica diretta da Pietro Pizzimento, organizzata dall’associazione “Movies Event” e sostenuta dal Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo e dalla Presidenza della Regione Campania. Anche quest’anno ci saranno incontri ravvicinati con i registi del miglior Cinema Italiano, una rassegna di film di qualità e d’autore e un concorso di cortometraggi dal tema “Cinema e Psicoanalisi” giunto ormai alla sua quarta edizione.

Di grande suggestione anche l’ambientazione, il Parco del POGGIO, con il maxischermo al centro di un laghetto artificiale, con il panorama mozzafiato di Napoli alla sinistra dello spettatore ed una piacevole cascata d’acqua alla sua destra.

Laura Morante, Ettore Scola, Ivan Cotroneo, Guido Lombardi, Roan Johnson, Fabrizio Cattani, Rocco Mortelliti, sono tra gli ospiti di questa XIII edizione del festival del cinema all’aperto che si alterneranno negli incontri con il pubblico.

Apulia film commission a Londra

L’Apulia film commission è  stata a Londra per presentare le sue attività ai maggiori produttori inglesi.

In linea con il “Programma dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali” e nell’ambito di “Apulian Excellence” 2012 che ha il fine di favorire la competitività e l’apertura internazionale dell’economia della Regione Puglia, una delegazione della Fondazione Apulia Film Commission, composta da: il Consigliere di Amministrazione Francesco Asselta, il direttore Silvio Maselli, la responsabile dei Progetti dell’Unione Europea Cristina Piscitelli e il responsabile delle Produzioni Daniele Basilio, è stato  a Londra, venerdì 20 luglio, per presentare le attività e i servizi ai più importanti produttori cinematografici e televisivi del Regno Unito.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti di Apulia Film Commission avranno modo di illustrare al mondo dell’industria audiovisiva inglese le potenzialità cinematografiche della Regione, nonché i servizi erogati dall’Apulia Film Commission alle produzioni audiovisive e i fondi dedicati ai progetti filmici ambientati in Puglia, con particolare attenzione dedicata all’Ospitality Fund e, soprattutto, all’International Film Fund.

L’International Film Fund, presentato al Festival di Cannes il 20 maggio del 2012, è il primo e unico fondo in Italia dedicato a progetti cinematografici o televisivi esclusivamente internazionale, ideato per attrarre importanti produzioni estere sul territorio regionale pugliese.

L’Apulia Film Commission ha collaborato con gli uffici preposti alla Internazionalizzazione della Regione Puglia d’intesa con il programma Pugliesi nel Mondo per la realizzazione di “Apulian Excellence” 2012, calendario di eventi e manifestazioni per la promozione del made in Puglia e del sistema culturale pugliese in svolgimento nella capitale del regno Unito fino  21 luglio. In tale contesto la presenza di Francesco Asselta che avrà anche il compito di presentare al pubblico londinese il duo creativo pugliese di straordinario successo composto dal regista e sceneggiatore Gennaro Nunziante e Luca Medici, in arte Checco Zalone e il loro film “Che bella giornata”.

Lago film fest: gli appuntamenti

 

 

Già preannunciato nei precedenti aggiornamenti, è partito il 20 luglio a Revine Lago l’ottava edizione del Lago Film Fest, il Festival italiano dedicato al cinema più libero del nostro tempo: quello indipendente. Con una predilezione per cortometraggi, video sperimentali, video d’arte e documentari, anche quest’anno la kermesse metterà in mostra i migliori talenti dell’audiovisivo internazionale: su oltre cento film in concorso sono ben 32 quelli che provengono da oltre confine.

Francese il film di punta della prima serata: La Règle De Trois, firmato nientemeno che da Louis Garrel, il figlio del celebre regista Philippe Garrel, giunto all’apice del successo con il film di Bertolucci, The Dreamers. Garrel, icona sensuale e chic del cinema francese di oggi, ha scelto proprio il Lago Film Fest di Revine Lago per l’anteprima tutta italiana del suo terzo film da regista, dove tra echi di Truffaut e l’incanto di un pomeriggio settembrino a Parigi, viene aggiornato con sguardo unico e frizzante il tema del maledetto triangolo amoroso.

La Règle De Trois, insieme a tutti gli altri film della sezione internazionale, e con i 18 italiani, i 20 della sezione Nuovi Segni (opere sperimentali), i 21 de Sui Generis (opere di genere), i 18 della UNICEF (opere per i bambini) e i 6 della sezione Veneto (opere realizzate da filmaker veneti o ambientate in regione), saranno valutati dalla Giuria internazionale del Lago Film Fest 8. A dirigerla è la star dei visuals, il tedesco Max Hattler (a cui il Lago dedica una retrospettiva completa delle sue strabilianti opere digitali), ed è composta dal giornalista Alberto Nerazzini di Report (che al Lago, lo ricordiamo, incontrerà il pubblico venerdì 27 luglio con la sua inchiesta da record, La divina provvidenza), da Angela Rafanelli de Le Iene, dal sound artist e gran cerimoniere dell’animazione italiana Andrea Martignoni e dal giornalista a cinque stelle Sebastiano Barcaroli.

X edizione Guerra e pace filmfest

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tiene a Nettuno (Roma) dal 23 al 29 luglio 2012 – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – presso il complesso di Forte Sangallo, la decima edizione del Guerre & Pace Filmfest, vetrina unica per il cinema di genere bellico, con la direzione artistica di Stefania Bianchi. Una settimana di film, documentari, presentazioni di libri sui temi della guerra e della pace. In occasione della ricorrenza dei dieci anni, questa edizione ripercorrerà i tanti temi affrontati nelle passate edizioni, attraverso un percorso cinematografico che racconti i momenti più drammatici della storia di ieri e di oggi, con una rassegna, di 7 film per 7 registi intitolata “Teatri di guerra”.

Tra i titoli ricordiamo: La chiave di Sara di Gilles Paquet-Brenner, con Kristin Scott Thomas, che affronta un’altra pagina dell’Olocausto e riflette sulla Shoah raccontata con gli occhi di una ragazzina. Quindi, The Lady di Luc Besson, con Michelle Yeoh: la commovente e straordinaria avventura umana e politica di Aung San Suu Kyi e la sua battaglia per la libertà contro la dittatura in Birmania; Il primo uomo di Gianni Amelio, con Jacques Gamblin, Catherine Sola e Maya Sansa, ispirato a Camus: le vicende di un uomo e la sua idea di un Paese, l’Algeria in lotta per l’indipendenza, in cui musulmani e francesi possano vivere in armonia come nativi della stessa terra; con Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana, interpretato da Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino e Michela Cescon, si ricorda uno dei momenti più tragici della nostra Storia recente, la strage di Piazza Fontana; con War Horse di Steven Spielberg, con Emily Watson, David Thewlis e Peter Mullan, si rivive la Grande Guerra come una favola attraverso la storia d’amicizia tra un cavallo ed un giovane; con Act of Valor di Mike McCoy e Scott Waugh, interpretato da effettivi Navy Seal della Marina Statunitense e con Roselyn Sanchez, prende forma sullo schermo il militarismo granitico del cinema di propaganda.

Non solo proiezioni, ma anche presentazioni di libri, alla presenza dei rispettivi autori. Si parte martedì 24 luglio.

Proiezione al cinema Farnese di  “148 STEFANO MOSTRI DELL’INERZIA”

 

 

 

 

La serata, a ingresso libero per il pubblico, inizierà alle ore 18,30 di stasera 24 luglio con la proiezione di: In arte Lilia Silvi, di Mimmo Verdesca vincitore del premio per il Miglior documentario sul cinema. Alle ore 20,45 è previsto un incontro con i registi Maurizio Cartolano, Mimmo Verdesca, la produttrice Simona Banchi e il produttore Marco Alessi condotto da Laura Delli Colli, Maurizio di Rienzo e Angela Prudenzi.

Al termine dell’incontro ci sarà la proiezione di 148 Stefano mostri dell’inerzia che si è aggiudicato il Premio Speciale ai Nastri per “avere creduto con tenacia nella denuncia, anche politica e aver ricostruito con un documentario attento e appassionato una drammatica storia di inaccettabile violenza”. Il documentario di Maurizio Cartolano, da un’ idea di Giancarlo Castelli, è il tentativo di fare della vicenda Cucchi un atto di denuncia civile ampliando, alla luce dello sviluppo delle indagini e del tempo, una nuova e rivelatrice riflessione umana. La denuncia prende forma nel racconto attraverso la richiesta legalista di verità e giustizia, dichiarata dalle numerose e diverse testimonianze che nel documentario si susseguono. Soprattutto quelle dei familiari di Stefano Cucchi.

 

 Est film festival a Montefiascone

 

 

 

 

 

Si sta svolgendo a Montefiascone la sesta edizione dell’Est film festival con tanti appuntamenti ad ingresso gratuito.

Nel Programma, ampio spazio sarà dedicato ai salotti cinematografici con alcuni protagonisti del cinema italiano: oggi  martedì 24 luglio, ore 21.30, sul palco di Piazzale Frigo un ospite d’eccezione: il regista Marco Bellocchio che, ad oltre quarant’anni dal suo primo film, incontrerà il pubblico per raccontare il proprio cinema a partire dalla proiezione della sua ultima opera: “Vincere”. Sabato 28 luglio alle 21.30 sarà la volta di un altro grande ospite: salirà sul palco di Piazzale Frigo il regista Gianni Amelio per un incontro speciale dove racconterà il suo cinema tra parole e immagini.

Tre le sezioni competitive: Lungometraggi, Documentari e Cortometraggi.
La giuria dei Lungometraggi sarà presieduta dai registi Paola Randi e Aureliano Amadei, vincitori nella passata edizione di Est Film Festival, rispettivamente dell’Arco d’Oro per il Miglior Film e il Premio del Pubblico.

Sette le pellicole della sezione Lungometraggi in concorso per l’Arco D’Oro (7.000 €) – Premio Banca Cattolica e per il Premio del Pubblico (2.000 €) – Premio Cantina Sociale di Montefiascone: “Ciliegine” di Laura Morante, “La-Bas. Educazione criminale” di Guido Lombardi, “Io sono Li” di Andrea Segre, “I primi della lista” di Roan Johnson, “I più grandi di tutti di Carlo Virzì, “Appartamento ad Atene” di Ruggero Dipaola e “Scialla!” di Francesco Bruni.

Sei quest’anno le opere che gareggeranno all’interno della sezione Documentari per l’Arco D’Argento (2.000 €) – Premio Associazione L’Acropoli. Il 22, 23 e 24 luglio i documentari selezionati – già apprezzati in vari Festival italiani e internazionali – verranno presentati nella Rocca dei Papi: “Pino Masciari. Storia di un imprenditore calabrese” di Alessandro Marinelli, “Cadenas” di Francesca Balbo, “11 metri” di Francesco Del Grosso, “Murge. Il fronte della guerra fredda” di Fabrizio Galatea, “Scorie in libertà. L’incredibile avventura del nucleare in Italia” di Gianfranco Pannone, “Le perle di ritorno. L’odissea di un vetraio africano” di Franco Basaglia.
Novità di questa edizione: il vincitore della sezione Documentari riceverà anche il Premio Augustus Color, corrispondente a sviluppo e telecinema per mt. 2000 di neg.S16mm / mt. 5.000 di neg.35mm.

Torna l’imperdibile appuntamento per tutti gli appassionati di cortometraggi che, nella giornata di mercoledì 25 luglio, potranno vedere ben quindici tra i migliori lavori in circolazione nell’ultimo anno selezionati da Est Film Festival. I lavori proiettati si contenderanno l’Arco D’Argento e 2.000 € – Premio Università della Tuscia.
Altra novità di questa edizione
: il premio JazzUp Festival – Best Soundtrack e 1.000 euro, istituito in associazione con il JazzUp Festival e riservato alla miglior colonna sonora originale della sezione Cortometraggi.

Premio Anna Magnani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ “Associazione Amici di Anna Magnani” – fondata e presieduta da Matteo Persica, giovane biografo dell’attrice, composta da amici, colleghi, studiosi ed appassionati -, in collaborazione con l’ “Isola del Cinema”, il MiBAC-Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale presentano la prima edizione del “Premio Anna Magnani”.

Un riconoscimento alla carriera che è stato  consegnato ad una grande attrice italiana: Franca Valeri – scelta da una giuria composta da personaggi che hanno lavorato al fianco di Anna Magnani: Osvaldo Desideri (scenografo, vincitore del premio “Oscar” con “L’ultimo imperatore” di Bertolucci), Franco Fontana (produttore teatrale), Pietro Innocenzi (produttore cinematografico), oltre al saggista Giuliano Compagno.

Assegnato, inoltre, un Premio Emergenti all’attrice, già ospite di cinemio, Lidia Vitale ed un Premio speciale al Maestro Franco Zeffirelli, che riportò Anna Magnani al teatro, negli anni sessanta, con “La Lupa”.

Tante le personalità che hanno  aderito all’iniziativa, tra cui: Enrico Vaime, Giuliano Montaldo, Matteo Cerami, Enrico Vanzina, Ettore Scola, Giancarlo Governi, Enzo Garinei, Chiara Rapaccini, Gian Luigi Rondi, Massimo Rendina, Fulvio Stinchelli, Giacomo Scarpelli, Mario Donatone, Elsa Martinelli, Liliana De Curtis.

Le uscite della settimana

Già dal 25 ci sono alcuni film in programmazione: il romantico La memoria del cuore e il film britannico  d’azione  Contraband.

Poche ma interessanti le uscite in sala per il 27 luglio: Un anno da leoni, un film commedia con Owen Wilson, Bed time, un horror iberico e il francese Travolti dalla cicogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 Flares Twitter 0 Facebook 1 Google+ 0 1 Flares ×