Your name _ Scusa, non è che ci siamo già incontrati?

Your name, un film d’animazione giapponese del 2016 scritto e diretto da Makoto Shinkai. Lo potete vedere su Netflix, anche in lingua originale.

Your name
Your name

Your name – Il crepuscolo, quando il mondo sembra sfumare, ed è possibile incontrare strane creature

C’era una volta, una ragazza che viveva in un villaggio isolato e lontano. C’era, nella stessa volta, un ragazzo che viveva a Tokyo. I due non si conoscevano in nessun modo, anzi, non sapevano proprio l’uno dell’esistenza dell’altro. Ognuno viveva la sua vita, fino al giorno in cui qualcosa accadde.

Non sappiamo come, o perché. Ma sappiamo che improvvisamente l’uno si sveglia nei panni dell’altro. Di notte i due si scambiano non solo le vite, ma anche i corpi, e vivono la giornata cercando al meglio di capire cosa l’altro farebbe o dovrebbe fare. Non era una cosa voluta o che potessero controllare, ma succedeva, sempre più spesso.

All’inizio pensavano a un sogno, ma poi, col passare del tempo… Capirono che non era un sogno, ma la realtà. Così, cercarono un modo per comunicare tra loro, attraverso il tempo, lo spazio e la distanza… Ma poi all’improvviso, così come è arrivato, questo dono se n’è andato e Taki e Mitsuha non si scambiarono più.

Cosa è successo a Mitsuha? Che fine ha fatto? Taki farà di tutto per scoprirlo. Divisi dal tempo, dallo spazio, ma uniti nell’anima tutto o quasi sarà possibile per queste due anime intrecciate a doppio filo tra di loro…

Mi serve un’ultima chance, questo serve a Your name.

Your name
una scena del film

Il trailer del film Your name

il trailer del film

Una volta svegliati, i sogni svaniscono


Your name, un film che devi vedere, e vedere fino in fondo, per capire la magia dell’inizio. È un film che all’inizio sembra così semplice e stupido, ma che a un certo punto, cambia registro e non riesci a staccarti. Impossibile, magico, unico. Il tutto condito dalla magia tipica dei paesaggi del Giappone.

Tradizioni, santuari, kimoni, mischiati con cellulari, tecnologie e google maps. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa, e Taki lo sente, sente che gli manca qualcosa, anche se non sa definire cosa sia di preciso. Quando si sveglia, i sogni svaniscono, ma lasciano quella sensazione, la convinzione di aver vissuto qualcosa di importante.

E rimane la voglia di campire di cosa si tratta, cosa sia il tassello mancante, di chi sia il volto che appare nei momenti più inaspettati. Your name ha tutto. Ha la magia, ha la poesia, ha il mistero. Un mistero si nasconde, e Taki lo vuole risolvere.

Quando Mitsuha sparisce nel nulla, Taki decide di andare da lei, e scoprire di persona cosa sia successo. Parte, ma cosa scoprirà? Cosa troverà? Purtroppo ho deciso di non darvi risposte, perché ogni tipo di indizio vi rovinerebbe la visione di questo film. Posso solo dirvi che “Quando ci vedremo, ci riconosceremo immediatamente. Perché io sono stata dentro di te, e tu sei stato dentro di me”.

una scena del film


Un altro film di animazione asiatica, delicato e poetico?! Eccovelo: Il giardino delle parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *