I grandi caratteristi del Cinema italiano: Rosita Pisano

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

 

Rosita Pisano – il cui vero nome è Rosa Maria Pisano – nasce a Napoli il 7 ottobre 1924 in un’antica famiglia di artisti dei quali seguirà le orme.

Rosita Pisano

Il Teatro

Il suo debutto avviene  giovanissima negli anni Trenta nella compagnia della sua famiglia per poi entrare a far parte, nel 1945, nella prestigiosa compagnia dei Fratelli De Filippo. In seguito alla separazione di Peppino, Titina ed Eduardo la Pisano continuerà a lavorare in teatro nella compagnia di quest’ultimo (affiancandolo anche al cinema come accade in Filumena Marturano, diretto dallo stesso Eduardo nel 1951).

 Nel 1946 prende parte alla commedia di Eduardo De Filippo Questi fantasmi riscuotendo ampio successo e dando la sua impronta in questo genere di teatro che la porterà  in lunghe tournée in tutta Italia.

In seguito affiancherà sulle tavole del palcoscenico un altro grande attore partenopeo: Nino Taranto prendendo parte a riviste e spettacoli comici come Bello di papà.

Rosita Pisano ne "La Sciantosa" (1971)

Il Cinema

Il Cinema si accorge di Rosita Pisano nel 1942 grazie a BragaCarlo Ludovico Bragaglia che le procura una parte nel suo film Non ti pago! al fianco dei fratelli De Filippo. Da allora la sua partecipazione cinematografica rimane costante sino agli anni Settanta interpretando solitamente cameriere, segretarie, donne pettegole, sorelle rancorose.. per di più misurandosi con i più svariati dialetti: dal romano al torinese, dal napoletano al milanese. Insomma, ha rivestito sempre ruoli di secondo piano ma che grazie al suo talento e alla sua maestria non passano certo inosservati e che regalano a noi spettatori tanti sorrisi. Tale è la sua bravura che ha saputo tener testa e far da spalla ad alcuni dei più grandi attori del Novecento: Alberto Sordi, Anna Magnani, Eduardo De Filippo,  Totò, Nino Taranto, Aldo Fabrizi… E’ stata diretta da grandi registi quali ad esempio Carlo Ludovico Bragaglia, Eduardo De Filippo, Steno, Dino Risi, Luigi Zampa, Mario Mattoli, Alberto Lattuada.. ed è stata in grado di adeguarsi e di adattarsi a qualsiasi registro interpretativo e recitativo: dalla farsa alla commedia, dal dramma alla tragedia passando anche per le commedie interpretate dalla premiata ditta “Franco Franchi e Ciccio Ingrassia”, per i celeberrimi musicarelli degli anni Sessanta.. ma senza mai dar cenno di sentirsi sminuita o non abbastanza apprezzata. In una parola: una vera Attrice.

Eppure, il suo talento non è stato riconosciuto come meriterebbe. Rosita Pisano è di certo una delle caratteriste italiane più famose e più brave cui il Cinema italiano deve davvero molto.

Rosita Pisano e Anna Magnani ne "La Sciantosa" (1971)

Tra i moltissimi film cui l’attrice ha preso parte è doveroso ricordare: il già citato Non ti pago! di Carlo Ludovico Bragaglia (1942), Assunta Spina di Mario Mattoli (1948), Anna di Alberto Lattuada (1950), Filumena Marturano di Eduardo De Filippo (1951), Totò a colori di Steno (1952), Totò e Carolina di Mario Monicelli (1954), Siamo uomini o caporali? di Camillo Mastrocinque (1955), Arrivano i dollari! Di Mario Costa (1957), I prepotenti di Mario Amendola (1958), Il marito di Nanni Loy (1958), La nipote Sabella di Giorgio Bianchi (1958), Il vedovo di Dino Risi (1959), Il vigile di Luigi Zampa (1960), In ginocchio da te di Ettore Maria Fizzarotti (1964),  I due vigili di Giuseppe Orlandini (1967), I due pompieri di Bruno Corbucci (1968), Lisa dagli occhi blu di Bruno Corbucci (1969), La sciantosa di Alfredo Giannetti (1971), L’emigrante di Pasquale Festa Campanile (1973).

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×