Chi salverà le rose? L’opera prima di Cesare Furesi

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Chi salverà le rose? La storia d’amore di un’anziana coppia omosessuale tra fallimenti, poker e rose rosse.

Chi salverà le rose?

Chi salverà le rose?

Chi salverà le rose?

Alghero, Sardegna. Giulio Santelia (Carlo Delle Piane) è un anziano avvocato che ha fatto del gioco del poker la sua professione dedicando tutto il suo tempo al suo compagno Claudio (Lando Buzzanca). Giulio, però, ha anche una figlia, Valeria (Caterina Murino) che non gli perdona le sue assenze e le sue mancanze preferendogli Claudia. Ma c’è anche il nipote Marco (Antonio Careddu) che ha ereditato da Giulio la passione per le carte e per il gioco ma senza riuscire mai a vincere.

Chi salverà le rose?

Carlo Delle Piane in una scena del film Chi salverà le rose?

Quando Claudio si ammala Giulio fa un voto: smette di giocare a poker. Ben presto, però, essendo questo l’unica forma di sostentamento della coppia tutto va in frantumi: si vendono i mobili, si fa un’ipoteca sull’albergo, si licenziano i domestici che, con infinito amore, vengono sostituiti – all’insaputa di Claudio – proprio da Giulio. Ma tutto questo non basta. Giulio da solo non può farcela. È anziano e stanco. Ha bisogno di sua figlia.

Chi salverà le rose? – Il trailer

Il film

L’idea di parvenza di Chi salverà le rose? è sicuramente interessante, stimolante, attuale persino poetica. E le prime scene del film fanno ben sperare in una storia d’amore con sottofondo di poker che potrebbe essere molto promettente. Poi, però, tutto svanisce. Sceneggiatura e cast pian piano perdono sempre più la loro cedibilità lasciando come uno pernio e punto di forza della vicenda quella tenerezza struggente che traspare da ogni sguardo e da ogni movimento di Carlo Delle Piane, certamente il più reale di questi personaggi con questa sua dolcezza disarmante. Purtroppo, però, la stessa cosa non si può dire degli altri interpreti: Lando Buzzanca – cui va riconosciuto il merito di aver scelto di dar vita a un personaggio così lontano dalle sue corde che ancora risentono dell’eredità del Merlo Maschio e del televisivo padre in Mio figlio che fa fatica ad accettare l’omosessualità del figlio – sembra voler ruggire ancora e forse risente un poco della sua parte che lo costringe in un letto; Caterina Murino, invece, in alcuni momenti pare mettere accenti troppo forti nella sua recitazione falsandola un pochino e – ma questo è dovuto alla sceneggiatura – facendo compiere al suo personaggio un gesto impensabile per qualsiasi figlia.

Chi salverà le rose?

Lando Buzzanca e Caterina Murino in una scena del film Chi salverà le rose?

Mentre più dosato e più fresco è Antonio Careddu che si muove bene nella labirintica situazione diventando quasi un Mark Zuckerberg del poker. Infine, ci si chiede il perché della presenza di Guenda Goria che naturalmente fa del suo meglio ma la storia non ne spiega la presenza, la scomparsa, il motivo del suo personaggio

Chi salverà le rose?

Philippe Leroy in una scena del film Chi salverà le rose?

Ad ogni modo, assieme a Carlo Delle Piane altro punto di forza del film è la sola presenza di Philippe Leroy nel ruolo dell’Ammiraglio biscazziere che risolleva l’amico dalla terribile situazione economica. Cesare Furesi, qui alla sua opera prima, ha fatto tutto quanto possibile per confezionare un film ben costruito e armonico. Ma a volte qualche stonatura s’è fatta sentire e non è, forse, un caso che per tornare al tavolo da gioco abbia scelto proprio Carlo Delle Piane già interprete dei film di Pupi Avati (come Regalo di Natale e La rivincita di Natale) e che il regista omaggia con alcune locandine appese nella “stanza di regia” dell’Ammiraglio.

Chi salverà le rose?

Antonio Careddu e Caterina Murino in una scena del film Chi salverà le rose?

Ma quale sarà, infine, la sorte di quest’anziana coppia? Riuscirà a vivere tranquillamente il tempo che le rimane? Il finale non sarà affatto scontato seppur, forse, spinto troppo oltre. Ma solo il coraggio di portare sullo schermo la realtà di una coppia omosessuale e la tenera intensità di Delle Piane valgono la vista del film.

Chi salverà le rose? Distribuito dalla Corallo Film, sarà nelle nostre sale dal 16 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×