Marco Bellocchio e Claudia Cardinale al BIF&ST 2016: il ricordo di Marcello Mastroianni

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Continuiamo la lezione di cinema che Marco Bellocchio e Claudia Cardinale hanno tenuto al BIF&ST 2016 insieme al produttore Enzo Porcelli. Dopo la proiezione di Enrico IV i tre protagonisti ne hanno raccontato alcuni retroscena. In questa seconda parte invece raccontano alcuni aneddoti su Marcello Mastroianni, protagonista del film.

Claudia Cardinale, Marco Bellocchio

Claudia Cardinale e Marco Bellocchio

Marcello Mastroianni secondo Marco Bellocchio: un attore ma non un divo

Avere due attori così importanti per un produttore fa venire la febbre oppure ci si sente molto più tranquilli perché sa che lavora con due straordinari interpreti? Ecco uno scambio di battute tra il produttore ed il regista di Enrico IV

Enzo Porcelli: Beh le due cose insieme. Io avevo avuto la fortuna di lavorare già con Marcello un anno prima, nel film di Luciano Tovoli Il generale dell’armata morta, e quindi Marcello frequentava già il mio ufficio ed era già di casa, Marco con cui lavoravo abitava lì vicino e quindi l’avevo incontrato e quindi eravamo abbastanza amici, c’era una certa confidenza.

Marco Bellocchio: Marcello era un attore che non dava nessun fastidio, non ne ha dato ne a me ne alla produzione.

Enzo Porcelli: No assolutamente, bastava dargli un telefono (ride)

Marco Bellocchio: Ci sono altri attori che invece sono ossessivi, fastidiosi, tirannici. Marcello era molto signorile molto educato, non credo di avere mai sentito alzare la voce

Enzo Porcelli: La mattina sul set quando io ero preoccupato Marcello mi diceva ‘tu non ti preoccupare a Marco ci penso io

Marco Bellocchio: le riprese, le immagini e la sceneggiatura di Enrico IV

Marco Bellocchio: E’ chiaro che a teatro quando si vede l’Enrico IV, si lavora sulla voce, sulle battute, sulla storia passata. A me interessava, e in qualche modo me lo sono rimproverato, cercare di eliminare più parole possibili e sostituirle con le immagini. E’ chiaro che Claudia Cardinale era l’immagine di una donna bellissima ed era assolutamente credibile e convincente il fatto che Marcello se ne fosse innamorato e lei avesse fatto una scelta ed in qualche modo l’aveva tradito, deluso, ingannato, per cui lui si rigira nella propria finta follia.

Si lavorava sulle parole ma altrettanto sulle immagini, si è lavorato benissimo. Noi abbiamo utilizzato un set che era vero e quasi fatto apposta per questo film di finzione, di fantasticherie un po’ anche kitsch. Come tutti i film che ho girato forse ho un po’ troppa fantasia e ho bisogno di tempo e ho sempre un po’ il rammarico che con la bellezza del set, con quegli attori, se avessimo avuto più tempo forse il film sarebbe venuto meglio… ma sono discorsi inutili.

Il mestiere dell’attore

In questo video Claudia Cardinale, Marco Bellocchio ed Enzo Porcelli parlano del fascino del mestiere dell’attore nel quale bisogna però mantenere la propria identità

A volte degli attori e delle attrici vengono quasi prese in ostaggio dai personaggi

Marco Bellocchio: Nelle scuole di recitazione dovrebbero insegnare come si entra e come si esce dai personaggi. Quando insegnano il famoso metodo, devono insegnare la tecnica per entrare ma anche per uscire.

A proposito di un altro tipo di persecuzione in cui un’attrice si identifica con il suo personaggio, abbiamo avuto il caso sul set di un altro mio film ed Enzo Porcelli ne fu la vittima. Ci sono casi in cui un attore o un’attrice cerca un capro espiatorio, una vittima nella troupe ed in quel caso trovò Enzo e si sfogò fino alla fine delle riprese e poi finalmente ce ne liberammo (ride)

Enzo Porcelli: si poi alla fine mi fece un regalo, portò una grandissima torta per me e per il resto della troupe su cui c’era scritto ‘la stronza vi saluta

Claudia Cardinale: chi fa l’attore deve avere carattere

In questo video Claudia Cardinale racconta di come si prepara per il personaggio e Marco Bellocchio di come ci siano due categorie di attori, quelli che non si preparano e quelli che lo fanno forse anche troppo

Marcello Mastroianni: un esempio modello di attore

Da questo punto di vista Marcello Mastroianni era un attore che si preparava. Liliana Cavani, parlando di Mastroianni al BIF&ST 2016 diceva che alcuni attori il Metodo Stanislavskij lo fanno a casa nel senso che hanno una naturalezza nell’entrare nel personaggio. In questo video si racconta di Marcello Mastroianni, di come si preparava e di come passava i momenti di pausa

Il mezzo di fruizione del film: quanto è importante?

In questo video Claudia Cardinale, Marco Bellocchio ed il produttore Enzo Porcelli parlano di quanto è importante il mezzo con il quale si vede un film:

Termina qui la seconda e ultima parte della lezione di cinema di Marco Bellocchio e Claudia Cardinale. Appuntamento alla prossima settimana per una nuova interessante lezione.

Le foto dei protagonisti

In queste gallerie una carrellata di foto dei protagonisti del festival

no images were found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×