“Les Ogres” (2015) di Lea Fehner.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Les Ogres della giovane regista francese  Lea Fehner ha recentemente vinto il premio Lino Miccichè e il premio miglior film per il pubblico all’ultima edizione della  53esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro. Il film narra la vicenda della compagnia itinerante, Davaï Théâtre, che tutte le sere mette in scena una novella di Chekov in una città diversa. In questa piccola tribù tutto si mescola: il senso della famiglia, i sentimenti, l`amore, l`amicizia. Tutto e vissuto con un senso di libertà, fuori dalle regole della società,  con molto senso del gioco.

Les Ogres

Les Ogres di Lea Fehner

Les Ogres

Le immagini sono state montate con un  un ritmo narrativo molto travolgente, pieno di musica e di colori. La regista Lea Fehner, ci ha raccontato che la musica è stata fondamentale per questo film, infatti il compositore Philippe Cataix,  spesso suonava dal vivo  durante gli spettacoli, ed ha dato modo anche di indirizzare la macchina da presa, che sembra quasi danzare con i protagonisti, restituendo allo spettatore le emozioni di uno spettacolo dal vivo. La musica inoltre era presente anche durante il montaggio, e rappresenta il cuore del film.

Les Ogres Lea Fehner

Lea Fehner insieme a tutto il cast del film Les Ogres

Nel cast troviamo l`attrice Adele Haenel, vista di recente nel film La Ragazza  del treno (2016) di Tate Taylor,  nei panni di Mona, una delle attrici che aspetta un figlio da Mr. Deloyal, interpretato dall’attore Marc Barbé, molto conosciuto in Francia per avere lavorato con autori come Philippe GarrellChantalle Hackerman. Mr. Deloyal è un personaggio molto complesso, pieno di paure di affrontare le proprie responsabilità, con problemi di depressione. E’ molto comune ultimamente incontrare questa tipologia di persona nella vita, ma qui la differenza sta nell’accettazione da parte della compagnia di non allontanarlo dal gruppo, come può accadere spesso, ma invece accogliere il suo dolore e cercare di superarlo tutti insieme.

Les Ogres

Adel Haenel in una scena del film Les Ogres

Nel cast di Les Ogres ci sono anche parte della famiglia della regista: i suoi genitori Francois Fenher e sua madre Marion Bouvarel, e la sorella Ines Fehner, a cui la regista si ispira per in parte per il film, poiché è un film con spunti autobiografici, essendo cresciuta nella compagnia teatrale itinerante dei suoi genitori, anche se molte scene sono immaginate e non appartengono ai suoi ricordi d’infanzia.  Per quanto riguarda le ambientazioni, si svolge tutto in questo girotondo di macchine e roulette che circondano il tendone. In effetti tutto rimanda al circo,  anche il loro modo di essersi trasformati in zigani. In molti ci hanno visto delle similitudini con il mondo di Emir Kusturica, ma lei ha ammesso che non è uno dei suoi autori preferiti.

Les Ogres

Adele Haenel e Marc Barbe in una scena del film Les Ogres

In una scena di Les Ogres è stata utilizzata la canzone di Adriano Celentano 24.000 baci: come spiega la regista è rappresentativo dell’amore profondo che provano i protagonisti, anche se poi porta al litigio e alla follia.

Les Ogres uscira’ nelle sale il 26 gennaio con distribuzione Cine Club Internazionale in 26 sale in tutta Italia.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×