Bumblebee – il primo Transformer

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Bumblebee,  l’autobot giallo più amato dai bambini giapponesi arriva al cinema con questo prequel dei Transformer e torna con un’avventura tutta sua senza Optimus PrimeBumblebee un film di genere avventura, azione e fantascienza. Uscita al cinema il 20 dicembre. Durata 114 minuti.

Bumblebee

Bumblebee

Bumblebee

Scoppia la guerra tra Decepticons e Autibots su Cybertrin. Optimus Prime fa fuggire Bumblebee sulla terra. E’ il 1987 quando Bumblebee atterra in California, ma viene inseguito da un Decepticon con cui ha uno scontro e durante la battaglia perde la voce e ferito si trasforma in un maggiolino giallo. Il maggiolino viene trovato dallo zio di Charlie che lo porta nella sua officina.

Charlie Watson è una teenager che ha perso da qualche anno il padre e che cerca di aggiustare la macchina a cui stava lavorando con lui, ma quando passa in officina e vede il maggiolino giallo chiede allo zio quanto deve lavorare per averlo. Lo zio meccanico sapendo che era il giorno del compleanno di Charlie sceglie di regalarglielo a patto che se lo aggiusti.

Appena aggiustato però il maggiolino giallo si trasforma nel dolce Bumblebee, ma senza voce il nostro eroe dovrà scegliere un nuovo modo per comunicare con la ragazza e sceglierà la musica che passa in radio. Bumblebee però è ancora inseguito da due Decepticons malvagi e dall’esercito americano e il nostro eroe dovrà lottare per la sua vita, quella di Charlie e quella del pianeta Terra.

Bumblebee – il trailer

La musica come linguaggio universale

Bumblebee senza voce sceglie la musica che passa in radio per esprimersi con Charlie e il film prende grazie a questo fattore una piega piacevole con le canzoni degli anni ottanta. La storia è avvincente e non delude, Bumblebee è un combattente, ma con Charlie si trasformerà anche in un tenerone. La storia ha un cuore battente anche se non mancherà la spettacolarità, seppur ridotta, che siamo soliti vedere nei film Transformer.

Lo spin-off può essere apprezzato anche da chi non ha mai visto la saga perché essendo un prequel è, cronologicamente parlando, il primo film Transformer ed è ambientato vent’anni prima del primo Transformer di Michael Bay. Cambiare il regista con Travis Knight è stata una scelta sensata visto che ha cambiato l’impostazione del film mettendo in primo piano il rapporto tra l’autobot e la sua controparte umana che ci trascineranno nel vivo di questa fantastica avventura.

A chi consiglio questo film? Praticamente a tutti: è un film adatto ai bambini, a chi ama gli anni ottanta, a chi ama la saga Transformers o chi semplicemente non sa cosa andare a vedere in queste feste.

Visione consigliata 2d. Voto 7.5/10.

One Response

  1. ludovica barbato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×