Brad Pitt: bravo, bello, sensibile si può chiedere altro?

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Questa settimana volevo parlarvi di un altro attore che io apprezzo parecchio, stranamente non si tratta di un italiano, ma di un americano che merita di essere approfondito.

Oltre alla sua straordinaria e disarmante bellezza, ben visibile a tutti (soprattutto a noi “femminucce” che notiamo con piacere) si tratta di un attore con una versatilità vera, reale che non ha confronti fra gli attori di oggi.

Se andiamo ad approfondire la sua carriera notiamo che fondamentalmente Brad, nato Shawnee, Oklahoma nel 1963 e cresciuto a Springfield, nel Missouri era destinato a diventare un giornalista; si stava infatti per laureare in giornalismo presso la University of Missouri, ma a pochi esami dalla laurea decide di seguire gli studi di recitazione con Roy London.

_brad_pitt_01

Trasferitosi in California inizia a svolgere i lavori più disparati, si parla addirittura di pollo gigante per pubblicizzare una catena di ristoranti, ma anche di gigolò di lusso, (tutte ipotesi da dimostrare). Il successo però arriva nel 1991 con la parte di J.D., ladro-autostoppista in Thelma & Louise di Ridley Scott nel quale dopo aver fatto provare il primo orgasmo multiplo a Geena Davis, le deruba tutto, piantandola in asso.

Innumerevoli sono le sue storie con donne-attrici famose da Shalane McCall a Thandie Newton fino a Gwyneth Paltrow conosciuta nel set di L’esercito delle dodici scimmie (1995) di Terry Gilliam (che tra l’altro gli è valsa la nomination agli Oscar come “miglior attore non protagonista” nel 1996) e Jennifer Aniston, la sua prima moglie sposata nel 2000.

Secondo me si tratta di un attore che non è cresciuto con gli anni, ma si è dimostrato grande fin dall’inizio: con il tempo non ha fatto altro che dimostrare ancora una volta il suo successo: indimenticabili le sue interpretazioni in Troy, Spy Game, Babel per non parlare di Il curioso caso di Benjamin Button e Bastardi senza gloria.

E questi sono solo i successi dal 2000 in poi, ma prima non dimentichiamoci di In mezzo scorre il fiume, Vento di passioni, l’ottimo Seven di David Fincher, e per ultimo  Fight Club sempre di David Fincher, pellicola che permette a Brad Pitt di entrare nella Hall of Fame dei migliori attori di Hollywood.

brad-pitt-20040712-3863

Ultimamente Brad si concentra parecchio sulla sua famiglia visto che si è piuttosto allargata con l’arrivo di ben sei figli, eh si perchè come ben siamo informati il matrimonio di Brad con la Aniston si è definitivamente concluso dopo la conoscenza del suo maritino con Angelina Jolie nel set di Mr. & Mrs. Smith (2005) di Doug Liman.

Dopo aver divorziato Brad ha dapprima adottato i figli della Jolie ma ne avuti anche altri tre fino ad arrivare a quota sei e chissà cosa riserva il futuro, a me sinceramente questa famigliona allargata fa piuttosto sorridere, non sembra molto reale, prima di tutto perchè la Jolie, nella sua straordinaria bellezza, non è proprio il prototipo di mamma che ho in mente io e poi anche perchè, soprattutto a Hollywood i divorzi sono all’ordine del giorno.

Spero che sia tutto vero quello che le televisioni ci propinano e ci fanno vedere riguardo la coppia Jolie-Pitt e d’altronde pensandoci bene forse la mia è solo una leggera “invidietta femminile” verso una donna come dire molto, molto fortunata.

5 Comments

  1. Carmen
  2. Carmen
  3. Ania
  4. Rosy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×