Ave Cesare! (2016) di Joel e Ethan Coen. Omaggio ad Hollywood in chiave ironica.

4 Flares Twitter 0 Facebook 4 Google+ 0 4 Flares ×

Ave Cesare! è stato per Joel e Ethan Coen un film molto complesso da realizzare. L’idea è nata nel 2004, per raccontare la storia di un gruppo di lavoratori  che vogliono realizzare  un film in costume. Ma poi si è trasformata nel tempo in una feroce parodia, prendendo di mira molti personaggi e fatti del cinema di Hollywood. Il primo ciak è stato battuto nel 2014.

Ave Cesare!

Ave Cesare!

Ave Cesare!

L’intelligenza di Ave Cesare! sta nel denunciare, attraverso un meraviglioso affresco storico eventi che accaddero nel periodo periodo hollywoodiano degli anni 50 , affrontando temi molto delicati: come l’accusa di comunismo nei confronti di molti sceneggiatori,  di recente anche attraverso il racconto dello scrittore Dalton Trumbo. 

La storia è incentrata su Eddie Mannix (Josh Brolin) che affronta molti ostacoli per poter realizzare il sogno di raccontare la storia del grande imperatore e condottiero romano Cesare, portato in scena da uno degli attori più pagati dell’epoca Baird Willock (George Clooney), che verrà rapito durante le riprese.

Ave Cesare!

George Clooney in una scena di Ave Cesare!

Il ritmo narrativo è scandito da un montaggio  molto veloce e dinamico, con una comicità che non dà tregua. Si ride davvero di gusto. Molto belle anche le caratterizzazioni dei personaggi, che riescono con molta ironia a dare corpo a visi, tic stravaganti e goffaggine. I fratelli Coen sembrano ritrovare quella freschezza del periodo dei cult “Il grande Lebowski” (1998) e “Fratello dove sei?”(2000). Loro sono sceneggiatori, registi e produttori dell’opera, a cui poi si aggiunge la Working Title, faticando a trovare i soldi per questa messa in scena davvero molto onerosa.

Ave Cesare! Joel e Ethan Coen

Joel e Ethan Coen registi di Ave Cesare!

L’artificio è stato difficoltoso per le ricostruzioni dei set che passavano ad ambientazioni degli Studios americani ai costumi e alle scenografie dell’epoca romana, rimandando la memoria al periodo d’oro di Cinecittà, utilizzando molte comparse, alle citazioni di opere western attraverso il personaggio di Hobie Doyle (Alden Ehrenreich, visto recentemente nel film “Blue Jasmine” (2013) di Woody Allen) e un omaggio alla grande sirenetta Esther Williams  (“Bellezze al Bagno” (1944) di George Sidney), reincarnata dal personaggio di DeeAnna Moran (Scarlette Johansson).

Ave Cesare! Scarlette Johansson

Scarlette Johansson in una scena di Ave Cesare!

Ave Cesare! è stata un operazione davvero coraggiosa, con l’utilizzo di molti attori noti, e molte comparse. Da citare le apparizioni di Ralph Fiennes, Christopher Lambert, che mancava dallo schermi da molto tempo, il doppio ruolo della grande Tilda Swinton, che interpreta due gemelle molto differenti tra loro, e Frances McDormand, nei panni di una modesta segretaria.

Sono riusciti con grande maestria a giostrarsi con una macchina molto più grande di loro, come dei bravi orchestrali, che riescono a tirare fuori l’armonia da una storia molto folle, da cui lo spettatore rimane affascinato e coinvolto. Ci sono delle trovate davvero geniali, che ovviamente non svelerò, ma sicuramente molte scene rimarranno nella memoria delle persone che amano questo pazzo mondo.

Ave Cesare! ha aperto l’ultima edizione del Festival del Cinema di Berlino e uscirà nelle sale con Universal Pictures il 10 marzo 2016.

Clip e featurette dal film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Flares Twitter 0 Facebook 4 Google+ 0 4 Flares ×