“La cena di Natale” (2016) di Marco Ponti. Quando le tradizioni si amalgano con la nuova concezione di famiglia.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

La Cena di Natale di Marco Ponti, è tratto dal best seller omonimo di Luca Bianchini edito da Mondadori, che è il seguito di Io che amo solo te (2015), in cui ritroviamo la coppia Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti, nei panni di Damiano e Chiara. Li avevamo lasciati innamorati e con la voglia di sposarsi, anche se consci della storia d’amore tra i loro genitori, Don Mimì (Michele Placido, padre di Damiano), e Ninella (Maria Pia Calzone, madre di Chiara). Il film, come il libro è tutto girato nella cittadina di Polignano a Mare, dove per tradizione, non si consuma solitamente la cena di natale.

La cena di Natale

“La cena di Natale” di Marco Ponti

La cena di Natale

Marco Ponti è un regista che ci ha abituato ad un tipo di commedia intelligente, tra i film più noti menzioniamo A/R Andata e ritorno (2004) e Passione Sinistra (2013). Per entrambi i film ha lavorato alla sceneggiatura, insieme all’autore dei libri, Luca Bianchini, con il quale aveva già lavorato per Santa Maradona, che gli è valso il premio Davide di Donatello come Miglior Opera Prima nel 2001. Inizia la sua carriera nel mondo dei video musicali, lavorando con Vasco Rossi, Elisa e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, infatti la sua cultura musicale lo porta a scegliere sempre delle musiche per i suoi film in maniera molto attenta. Per questo la colonna sonora del film, curata da Gigi Meroni, è totalmente giusta per i colori del film.

La cena di Natale Marco Ponti

Marco Ponti regista de La cena di Natale

Il regista riesce a dare un ritmo narrativo  molto ben scandito, riuscendo a trovare un incastro perfetto tra le varie storie dei numerosi personaggi che affollano questa stramba storia. Matilde (Antonella Attili) riceve un anello con smeraldo dal marito Don Mimì e decide di organizzare un cenone di Natale per sfoggiarlo, soprattutto davanti a Ninella, a mo’ di sfida. Ma non tutto va come lei sperava e si creano una serie gag esilaranti, molto godibili per il pubblico.

La cena di Natale

Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti in una scena del film La cena di Natale

L’intelligenza sta nel intreccio delle storie, in cui situazioni tradizionali, come la coppia Damiano e Chiara aspettano un bimbo, e lui preso dalla pressione la tradisce, a quella di Orlando (Eugenio Franceschini), che vuole dare un bambino alla sua migliore amica Daniela (Eva Riccobono), che lo crescerà insieme alla sua compagna. Il regista ha dimostrato molta sensibilità a parlare di omosessualità, senza stereotipi e ha reso naturale tutte le scene d’amore. Eugenio Franceschini e Dario Aita, che si conoscono nella vita molto bene, non hanno avuto nessuna difficoltà nei panni dei loro personaggi, e questa armonia sono riusciti a portarla anche sul grande schermo.

La cena di Natale

Eugenio Franceschini e Eva Riccobono in una scena del film La cena di Natale

La cena di Natale uscirà sugli schermi italiani in 350 copie distribuito da Fulvio e Federica Lucisano da mrcoledì  24 settembre 2016.

La cena di Natale – il trailer

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×