Speciale BIF&ST 2013: una chiacchierata con Kasia Smutniak – Prima parte

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Oggi presentiamo un nuovo ospite del BIF&ST 2013: la giovane attrice di origini polacche Kasia Smutniak che si è raccontata davanti ad un pubblico interessato che ha potuto ascoltare aneddoti e curiosità sulla sua carriera.

L’attrice Kasia Smutniak

Gli esordi di Kasia Smutniak

Kasia Smutniak è entrata nel mondo dello spettacolo grazie ad un concorso di bellezza fatto in Polonia a soi 17 anni. Arrivata seconda, ha intrapreso la carriera della modella ed ha iniziato a girare il mondo arrivando anche in Italia dove ha esordito al cinema nel 2000 in un film di Giorgio Panariello. Di quel periodo è anche il famoso spot della TIM che l’ha resa celebre aprendole le porte del mondo dello spettacolo. In questo video racconta dei suoi esordi (scherzando sul suo arrivo in Italia), della sua prima esperienza al cinema con Panariello e dei personaggi che ha interpretato, spesso rinunciando (volontariamente) a fare la parte della ‘bellona’ prediligendo invece ruoli più profondi.

Con i personaggi da lei interpretati nei film Kasia Smutniak ha spesso cambiato pelle. Le piace molto sperimentare ruoli differenti, film ambientati in momenti storici diversi dal presente:

Pensate cosa dev’essere stato vivere all’inizio del 900, negli anni ’40, durante la guerra, partorire tanti figli. Il bello del recitare è questo: puoi essere tante persone, fare tante vite, visto che a disposizione, pare, abbiamo solo questa (anche se c’è chi dice di no). Insomma a me una vita non basta e mi è capitato questo lavoro che ha la fortuna di fartene vivere tante in una.

Kasia Smutniak si racconta al BIF&ST

La carriera

Ci sono alcuni attori che affermano che sul set può capitare di vivere delle esperienze e delle emozioni talmente intense che poi a distanza di anni non si ricorda se sono esperienze di finzione o accadute realmente. In questo video Kasia Smutniak racconta la sua esperienza facendo riferimento ai differenti ruoli da lei interpretati fino agli ultimi in Tutti contro tutti di Rolando Ravello e Benvenuto Presidente! di Riccardo Milani con Claudio Bisio: in questi film finalmente la vediamo ridere (come alcune testate hanno scritto) e a tal proposito spiega come sia difficile il ruolo delle donne nelle commedie:

Benvenuto Presidente!

Ospite del BIF&ST è stato anche Claudio Bisio, venuto per presentare il suo ultimo film Benvenuto Presidente!, ed è stata l’occasione per vederlo imprevedibile e vulcanico come usa essere spesso. Ovviamente è così anche sul set come ha affermato l’attrice:

Claudio non è un attore che fa l’attore sul set e poi fuori è un’altra persona, lui è sempre così. Forse sono io che non sono una vera attrice perchè quando non mi diverto non riesco a far finta.

In questo video Kasia Smutniak racconta delle riprese del film Benvenuto Presidente! e della sua paura di poter cadere nella trappola del ridicolo

Il film su Domenico Modugno

Con Riccardo Milani, regista di Benvenuto Presidente!, la Smutniak aveva appena finito di girare un film per la televisione di tutt’altro tipo (Volare – La grande storia di Domenico Modugno) in cui interpreta Franca Modugno, la moglie del cantante. In questo video racconta come si è preparata a questo tipo di ruolo, dietro il quale c’è un personaggio reale, tra l’altro ancora in vita, e che ha incontrato:

Il fim su Modugno le ha fatto sperimentare la possibilità di intepretare un personaggio reale, ma non era la prima volta:

Nel film su Rino Gaetano, però, il mio personaggio non era propriamente reale. La differenza con il film di Modugno è che in questa sceneggiatura tutte le cose, fin nei minimi dettagli, erano vere mentre su Gaetano la storia era un pò romanzata.

I film di svolta

Nella carriera di ogni attore c’è un momento di svolta, un film che è stato determinante per sentirsi finalmente consacrati al successo. Ma l’attrice non vuole sentir parlare di questi film. Lei non si sente arrivata, perchè vuole essere libera di sperimentare, di sbagliare come afferma in questo video nel quale si fa accenno a due suoi film importanti: Nelle tue mani di Peter Del Monte con il quale nel 2008 ha vinto il Globo d’oro come miglior attrice rivelazione dell’anno, e Tutta colpa di Giuda di Davide Ferrario:

Termina qui la prima parte della lezione di cinema di Kasia Smutniak. Continua a leggere la seconda ed ultima parte.

No Responses

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×