Lezioni di cinema: Carlo e Luca Verdone presentano il documentario ‘Alberto il grande’

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Iniziamo con questo articolo le lezioni di cinema di una coppia di fratelli d’eccezione: Carlo e Luca Verdone, venuti a Bari a presentare un documentario girato insieme e dedicato ad Alberto Sordi.

La notorietà dell’attore e regista Carlo Verdone è indubbia: dagli anni ’70 ad oggi con i suoi film, ha allietato, divertito ed anche fatto riflettere il pubblico di ogni età. Un pò meno si sa del fratello Luca, anche lui regista, che possiamo ricordare per il film 7 chili in 7 giorni nel quale ha diretto il fratello insieme a Renato Pozzetto.

Carlo Verdone

‘Alberto il grande’ il documentario su Alberto Sordi

Il loro ultimo progetto insieme è il documentario Alberto il grande, dedicato, a 10 anni dalla scomparsa, al grande attore e regista Alberto Sordi. Con questo intenso documentario i due fratelli aprono le porte della meravigliosa casa dell’Albertone Nazionale, mostrandone le stanze, i monili, i vizi (pochi) e le virtù (tante). Grazie a filmati di repertorio e a testimonianze di chi gli è stato più vicino (da Christian De Sica, Gigi Proietti, Fofi, Gian Luigi Rondi, Carlo ed Enrico Vanzina, Pippo Baudo, Franca Valeri, Claudia Cardinale alla sorella Aurelia, con la quale ha vissuto tutta la vita, ed alcuni dei loro fedeli inservienti) lo spettatore rivive i momenti più belli della vita dell’attore riuscendone quasi a sentirne ancora la viva presenza.

Carlo ed il fratello Luca Verdone

Il documentario è stato proiettato durante il BIF&ST 2013 e successivamente i fratelli Verdone hanno tenuto un’interessante lezione di cinema.

Un vicino particolare

Carlo e Luca Verdone da piccoli abitavano a pochi passo dall’appartamento di Alberto Sordi, a quei tempi già molto noto come attore. Nei video che seguono Carlo e Luca Verdone raccontano come hanno vissuto questo aspetto da piccoli e poi da adolescenti al cinema. Raccontano anche alcuni aneddoti legati ai loro incontri con l’attore nei quali evidenziano il rapporto dell’attore con i bambini

L’incontro di due artisti

Quando è uscito Un sacco bello, il debutto alla regia di Carlo Verdone, lui aveva un pò perso le tracce di Sordi e non sapeva se avesse visto o meno il film. C’è stata però un’occasione nella quale si sono incontrati come artisti maturi, quando insieme hanno presenziato ad un evento in Ungheria. In questo video Carlo Verdone racconta un aneddoto molto divertente di quell’avventura:

Sergio Leone e ‘Bianco, Rosso e Verdone’

La svolta con Sordi avvenne quando Verdone girò Bianco Rosso e Verdone. Il produttore del film era Sergio Leone, allora con la vecchia Medusa. A Leone il film piaceva ma riteneva fosse minore rispetto a Un sacco bello perchè pensava ci fosse un elemento assolutamente respingente per il pubblico: il marito logorroico. Così decise di organizzare una proiezione alla quale invitò anche Alberto Sordi:

Carlo Verdone: A Sordi il film piacque tanto e amò molto anche quando feci un garibaldino con Renzo Arbore, un vecchio schetch di un garibaldino rincoglionito che riscrive con i suoi ricordi tutta la storia dei mille, chi lo vuole vedere è su youtube. Da lì è nata la voglia di fare un film insieme. Una sera andai a cena da mia sorella Silvia e da mio cognato Christian, c’era anche paolo Stoppa e c’era Sordi. Io mi ero portato una fotografia in bianco e nero da farmi autografare, quindi lungi da me l’idea di fare un film insieme. Dissi: ‘Alberto un autografo su questa foto, ci terrei tantissimo‘. Lui mi guardò e scrisse: ‘Giudizio, Carlo, giudizio, con tutto il mio paterno (sottolineato 3 volte) affetto. Tuo Alberto’. quel paterno sottolineato tre volte mi fece capire che prima o poi avremmo fatto un film dove lui sarebbe stato il padre ed io il figlio.

La presentazione del documentario dedicato ad Alberto Sordi: da sinistra Felice Laudadio, Fabio Ferzetti, Carlo e Luca Verdone

Termina qui la prima parte della lezione di cinema di Carlo e Luca Verdone. Continua a leggere la seconda parte.

No Responses

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×