“150 Milligrammi” (2016) di Emmanuelle Bercort. La battaglia di una donna contro i giganti della farmaceutica.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

150 Milligrammi è il nuovo film della regista e sceneggiatrice francese Emmanuelle Bercot, gia nota al pubblico per il film A testa alta (2015) con Catherine Deneuve.

150 Milligrammi è tratto da una storia vera che parla della lotta della pneumologa Irène Frachon, che lavora nell’ospedale di Brest, contro una grande casa farmaceutica, Big Pharma, che immise sul mercato una pillola dimagrante, il Mediator, che rilasciava nell’organismo una quantità potenzialmente tossica di norfenfluoramina, in grado di causare danni alle valvole cardiache e una ipertensione alle arterie polmonari, e poteva condurre alla morte. Questo scandalo è stato una delle più ignobili della storia della Francia che riguarda il settore della sanità.

150 Milligrammi

150 Milligrammi di Emmanuelle Bercot locandina

150 Milligrammi

Emmanuelle Bercot aveva seguito la notizia tramite giornali, ma non si era troppo interessata al caso. Furono le produttrici Caroline Benjo e Carole Scotta a contattarla per chiederle se volesse occuparsi di scriverne la sceneggiatura, e successivamente ad un incontro con la protagonista, si è convinta a voler raccontare questa storia. Tutto il lavoro di scrittura è durato 6 anni, per via delle ricerche realizzate dalla co-sceneggiatrice Séverine Bosschem,  che sono state molto meticolose per poter ricostruire tutta la parte documentaristica della vicenda.

150 milligrammi Emmanuelle Bercot

Emmanuelle Bercort la regista di 150 Milligrammi

Successivamente, la Bercot è subentrata per scrivere i dialoghi e strutturare la parte della narrazione. Ciò che ha colpito la regista con l’incontro con Irène Frachon, è stata la sua straordinaria forza e umanità di questa donna, che ha affrontato con enorme coraggio un sistema corrotto, rischiando di perdere il suo lavoro. Per interpretare questa donna, la regista è stata molto in difficoltà, poiché non riusciva a trovare una attrice che potesse interpretare questo personaggio. E’ stata la Deneuve a suggerire il nome di Sisde Babett Knudsen, che aveva visto la sua interpretazione nella serie “Borgen – Il potere“.

150 milligrammi Sisde Babett Knusden

Sisde Babett Knusden in una scena del film 150 Milligrammi

L’attrice danese è riuscita a dare quello spessore di grande umanità al personaggio, dando un interpretazione molto personale e facendo uscire fuori quella parte di sana follia e ilarità di questa donna, che non è solo un medico, ma anche e soprattutto una persona con un grande senso di giustizia e della vita. Il film purtroppo risulta un po’ lento, e forse sarebbe stato meglio se fosse durato un po’ di meno.

150 milligrammi Irene Frachon

Irene Frachon la vera protagonista cui è ispirato il film 150 Milligrammi

Irène Frachon ha scritto anche un libro a cui in parte si ispira la sceneggiatura. La regista ha voluto tralasciare di più la parte intima della protagonista, rimanendo sul personaggio del medico. Ci sono anche due scene in cui vediamo un’operazione a cuore aperto e un’autopsia. Ovviamente sono state ricostruite nelle finzione, ma servivano per far capire in maniera più reale possibile le conseguenze devastanti di questo farmaco.

150 milligrammi è uscito in Italia giovedì 9 febbraio con la Bim Distribuzione.

150 Milligrammi – Il trailer

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×