‘The dark side of the sun’ i figli del buio

Tra documentario e film di animazione un film che mostra da vicino la vita dei figli del buio afflitti cioè da Xeroderma Pigmentoso.

Cos’è lo Xeroderma pigmentoso

Rara malattia della pelle lo xeroderma pigmentoso colpisce gli esseri umani in tenera età facendo sviluppare ai soggetti affetti un’altissima fotosensibilità che provoca se esposti alla luce ulcerazioni e tumori della pelle causandone anche la morte. Gli individui con tale patologia sono costretti quindi a vivere in mancanza di luminosità con tutte le conseguenze da essa derivanti.

The dark side of the sun

Il regista Carlo Shalom Hintermann ha realizzato un documentario di raro impatto emotivo sui cosiddetti ” bambini lunari”, affetti cioè dallo xeroderma, una malattia che oltre a renderli estremamente fragili ne mina anche la socialità. Egli sceglie di dividere il suo lavoro in due parti, da una parte la vita di alcuni soggetti affetti dalla patologia, dall’altra un cartone animato fantastico ambientato “in notturna”.

La storia e i protagonisti

Realizzato in lingua inglese perché ambientato negli Stati Uniti, la docufiction segue la vita quotidiana di una famiglia , i Mahar, la cui figlia Katie risulta gravemente minorata a causa della sua patologia. Il padre della ragazza, dopo un periodo in cui non riusciva ad accettare la malattia di sua figlia Katie, inizia a collaborare con una organizzazione che ogni estate realizza un campo estivo all’aperto in notturna che serve ad aggregare i pazienti e i loro genitori e parenti, percorso faticoso e doloroso. Inframezzano la vita reale le immagini del fiabesco cartone animato altamente simbolico.

Un documentario sicuramente coraggioso su una patologia che in pochi conoscono e che fa sicuramente paura per le pesanti limitazioni verso chi ne è affetto e per i loro cari, ma che aiuta anche i cosiddetti fortunati a non alienare i malati e a imparare a conoscere e a non demonizzare il diverso. Bell’esempio di cinema verità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *