Bangla – Un bengalese romano di Torpignattara

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Frizzante e originale, Bangla, opera prima di Phaim Bhuiyan, giovane regista romano di Torpignattara orginiario del Bangladesh, ricorda per certi aspetti il Nanni Moretti di prima maniera.

Bangla
Bangla di Phaim Bhuiyan

Bangla di Phaim Bhuiyan

Phaim (interpretato dallo stesso regista) è un ragazzo che vive in una famiglia tutto sommato affettuosa ed unita caratterizzata dal pugno di ferro della mamma e dalla apparente svagatezza del padre. Vive in un quartiere multietnico che ha preso il posto nel XX secolo delle periferie della metà degli anni Settanta all’epoca abitate da non romani e generalmente frequenta coetanei che come lui sono italiani di seconda generazione in continuo bilico tra le tradizioni di una cultura che non sentono completamente loro e il tentativo di integrazione.

Quando Phaim si innamora di una ragazza romana comincia a porsi dei dubbi tra le naturali pulsioni e la appartenenza a una fede che lo vincola profondamente.

Il trailer del film

La pellicola, molto autoironica, ruota principalmente attorno ai naturali interrogativi di un ragazzo un po’ scisso e che tuttavia non è ne outcast tra gli italiani ne dissidente di fronte alla famiglia.

Malgrado ci sia un accenno sia pur velato alla necessità dello ius soli, affermazione che il regista lascia all’italiano Pietro Sermonti nel ruolo del probabile e stravagante “suocero” del protagonista, la vicenda non lascia trasparire alcun disagio da parte di nessuno dei personaggi ma piuttosto invece sembra celebrare il perfetto melting pot del quartiere nel quale il protagonista vive e lavora. A parte qualche lieve sbavatura registica, perdonabile, il film scivola leggero.

Presentato al BIF&ST 2019 è destinato sicuramente a far parlare di se e a dare al suo regista la prima di una serie di positive affermazioni.

Phaim Bhuyan
L’attrice protagonista di Bangla Carlotta Antonelli insieme al regista e attore Phaim Bhuiyan

Bangla: la presentazione del film al BIF&ST 2019

In questo video il regista Phaim Bhuiyan, di appena 23 anni nato a Roma ma di origine del Bangladesh, parla della genesi del film. A seguire parlano i produttori del film, di TimVision e Fandango

Nel video che segue invece parlano di Bangla la sceneggiatrice Vanessa Picciarelli e l’attrice protagonista Carlotta Antonelli:

Tutti i protagonisti del BIF&ST 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×