“Palle di neve” (2016) di Jean-François Pouliot. Quando il gioco può diventare una guerra.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Palle di Neve del regista canadese Jean-Francois Pouliot, è un film d’animazione tratto dal romanzo Il cane che fermò la guerra di Roger Cantin e Danyèle Patenaude, che ha partecipato all’ultima edizione del Giffoni Film Festival.  Il regista ha debuttato con la commedia “La grande seduzione” (2003), di cui recentemente è stato fatto il remake in Italia dello sceneggiatore Massimo Gaudioso con Un paese quasi perfetto (2016), anche lui al suo debutto alla regia. 

Palle di neve

“Palle di neve” di Jean-Francois Pouliot

Palle di neve

Tutto si svolge in un paese sommerso di neve, probabilmente potrebbe essere al nord del Canada, nel Quebec, durante le vacanze invernali. Uno dei giochi più antichi del mondo è da sempre fare la guerra con le palle di neve, e i due bambini protagonisti, Luke e Sophie sono nominati caposquadra, e vincerà chi per primo occuperà il fortino degli avversari.

Quello che si nota da subito, è la totale assenza degli adulti, che sta a significare che quando dei ragazzi vengono lasciati totalmente di agire, senza avere punti di riferimento, non essendo in grado di gestirsi, e non avendo ancora acquisito la maturità necessaria per capire che un bel gioco dura poco, come dice anche un  noto proverbio, si fanno prendere la mano, trasformando un gioco innocente in una simulazione di una guerra, che li porterà a escogitare un piano d’attacco, quasi militaresco, per poi rendersi conto, a posteriori, della follia del loro gesto, che li ricondurrà alla realtà, e in qualche modo anche alla trasformazione dall’infanzia al mondo adulto, in cui ci si prende la responsabilità delle proprie azioni.

Palle di neve

una scena del film Palle di neve

I disegni animati sono molto semplici, spesso un po statici, ma il regista vuole concentrare l’attenzione sul significato del film e non sugli effetti speciali. A questo si aggiunge anche l’attrazione dei due ragazzi, Luke e Sophie, che come spesso accade, non hanno il coraggio di dichiararsi, e questo li trasformerà in acerrimi nemici.

Palle di neve

Luke e Sophie in Palle di neve

Palle di neve è una riflessione su tanti spunti differenti: l’amicizia, l’amore, l’odio e l’educazione. Per questo andrebbe fatto vedere molto nelle scuole, aprendo un dibattito tra insegnanti e studenti. Inoltre fa anche capire che i bambini hanno in se una sorta di cattiveria innata, soprattutto quando sono in branco e senza regole, trasformandosi in animali, in questo caso da guerra. Solo un ragazzo si terrà fuori da questa assurda follia, Niky, che si dichiara un pacifista e non si schiererà mai dalla parte di nessuno delle due fazioni.

Palle di neve jean-francois pouliot

Jean-Francois Pouliot il regista di Palle di neve

Alla colonna sonora del film hanno partecipato molti artisti canadesi, tra cui Celine Dion assieme ai Simple Plan e i Walk off the Earth.

Palle di neve uscirà nelle sale giovedì 24 novembre 2016 con distribuzione Notorius Pictures.

Palle di neve – il trailer

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×