Paolo Taviani e Lina Nerli Taviani: due artisti a confronto

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Siamo arrivati alla terza ed ultima parte della lezione di cinema del regista Paolo Taviani e della moglie, la costumista Lina Nerli Taviani. Dopo aver parlato del film Allonsanfàn e della carriera dei due fratelli Taviani, in questo articolo i due protagonisti rispondono alle domande del pubblico.

Lina Nerli Taviani

La costumista Lina Nerli Taviani

I migliori film di Mastroianni: Una giornata particolare di Ettore Scola

Qual è per Lina Nerli Taviani il film in cui Mastroianni manifesta al massimo la sua eleganza? E per Paolo Taviani quali sono i film preferiti di Mastroianni? In questo video le risposte dei due protagonisti con qualche aneddoto ed un ricordo del regista Ettore Scola

C’è davvero crisi nel cinema italiani?

La crisi del cinema italiano. E’ realmente così? In questo video la risposta del regista Paolo Taviani:

I fratelli Taviani e la critica

Ma i Taviani sovversivi avevano la critica dalla loro parte? Nel video la risposta del regista Paolo Taviani:

Il cast di Allonsanfàn ed il piacere di lavorare con gli attori

Nel cast di Allonsanfàn ci sono anche molte brave attrici: Lea Massari, Laura Betti… In questo video Paolo Taviani racconta il piacere di lavorare con gli attori

Le domande del pubblico: rispondono Paolo Taviani e Lina Nerli Taviani

Cosa consiglieresti ai ragazzi di oggi che vogliono fare i registi?

Paolo Taviani: Se un giovane vuol fare il cinema deve copiare copiare e copiare, questo è il verbo giusto. Ora ci sono i dvd per cui si può fare. Se ami uno o due autori, due o tre film, devi guardarli tante volte e provare a riscriverli e mettere in rapporto quello che hai ricordato con quello che invece è il film e capirai tante cose che ti sono sfuggite, si impara moltissimo così. Diceva Picasso: ‘io non invento niente io copio quelli che mi hanno preceduto sperando di farlo bene come loro e magari anche meglio’.

L’uso delle nuove tecnologie quanto può aiutare per i costumi?

Lina Nerli Taviani: Vedo che le giovani costumiste usano molto il computer anche per fare i bozzetti, io sono rimasta ancora alla matita. Internet è utile per le ricerche, per la documentazione, non si può fare però tutta la ricerca solo su internet, da lì puoi solo partire perché ti mette sulla strada. Io conosco molte ragazze che non usano più la carta che non vanno più nelle biblioteche ma secondo me è troppo poco.

Allonsanfan e Barry Lindon: c’è un rapporto tra i due film?

Paolo Taviani: Stanley Kubrick è un grandissimo regista, abbiamo avuto pochi rapporti con lui, ora ci si vede di più con i registi americani, lui era anche un grande solitario. Io so solo che quando abbiamo fatto Good Morning Babilonia noi volevamo prendere Matthew Modine che aveva appena finito di girare il film Full Metal Jacket. Venne a Roma, fece un provino, lui era contento e noi pensavamo di andare avanti con lui e dopo che aveva già finito da due mesi con Kubrick telefonò e disse ‘scusate Kubrick vi saluta tanto ma ha detto che io devo ancora lavorare con lui’ noi allora gli abbiamo detto ‘guarda che se devi far qualcosa ti aspettiamo oppure fai una cosa e l’altra’. Niente, Kubrick aveva detto che lui non avrebbe dovuto fare niente nello stesso periodo. Quando poi abbiamo incontrato Matthew Modine gli abbiamo chiesto ‘Ma alla fine quanto avete inserito nel film?’ ‘Mezza giornata, in fondo sulla porta sto guardando‘, questa è l’inquadratura per cui gli ha fatto rinunciare al film.

Per un giovane l’insegnamento che può dare Kubrick, quando dicevo prima di copiare, è una cosa che lui ha sempre dichiarato, quella di non aver mai inventato una storia. Tutti i film di Kubrick sono tratti da libri, testi, racconti, tutti esistenti: ‘Perché non voglio fare la fatica di creare le strutture, perchè ti ci perdi e la fantasia si consuma nel costruire le strutture, cosa difficile, allora io trovo strutture già fatte, di grandi autori e autori meno noti’. E all’interno di quelle Kubrick si scatena fregandosene di queste strutture, di come sono nate, però se hai le spalle coperte vai felice e tranquillo dentro la struttura di un altro autore. Anche questa è una indicazione.

Termina qui la terza ed ultima parte della masterclass del regista Paolo Taviani e della moglie, la costumista Lina Nerli Taviani sul film Allonsanfàn. Appuntamento alla prossima settimana per un nuovo interessante protagonista.

Le foto dei protagonisti

In queste gallerie una carrellata di foto dei protagonisti del festival

no images were found

no images were found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×