La ruota del tempo _ un anello per trovarli e alla luce portarli

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

La ruota del tempo, da 19 novembre in esclusiva su Amazon Prime, creato da Rafe Judkins, adattato dagli omonimi romanzi scritti da Robert Jordan editi in Italia da Fanucci Editore. Protagonista della serie Rosamund Pike.

poster della nuova serie amazon

La ruota del tempo, fantasy, potere e destino.

Un mondo dove non solo la magia esiste, ma solo alcune donne possono canalizzarla e utilizzarla. Queste sono le Aes Sedai, una sorellanza di cui fa parte anche Moiraine (Rosamund Pike). Un mondo che molto tempo prima, è stato spaccato da un uomo, cui venne dato il nome di Drago.

Moiraine che sente che lo spirito del Drago è rinato, lo spirito che può essere un uomo o una donna, stà diventando grande e bisogna trovare quel bambino/a. Lo spirito del Drago che, a seconda della sua decisione di stare con la luce o le tenebre segnerà il destino del mondo.

Così il viaggio di Moiraine alla ricerca del Drago Rinato ha inizio, pochi gli indizi per capire chi è questo Drago, ma molti, moltissimi i pericoli. Tra inquisitori, battaglie e mostri, Moiraine dovrà proteggere e guidare un gruppo di giovani uomini e donne, perchè il Drago potrebbe essere uno di loro.

Così, in un incessante corsa La ruota del tempo ha iniziato a girare…

Il trailer della nuova serie Amazon

La ruota del tempo gira, gira gira.

Dopo aver visto i primi tre episodi di questa nuova serie Amazon, sono rimasta un po’ perplessa.
Ci sono un sacco di elementi che non mi tornano, nell’insieme. Non sono solo gli effetti speciali che in certi punti perdono di specialità, non è solo la trama che (almeno) fino al terzo episodio non è che si sviluppi in voli pindarici fuori dal comune. Credo sia proprio l’insieme del tutto che mi perplime.

Badate bene, non è una brutta serie o recitata male. E’ che non è ne carne ne pesce, un fantasy si certo, ma cosa ha di così speciale e unico da poter essere ricordato nel tempo? Per ora (ma sono solo ai primi tre episodi) ricorda davvero troppo Il signore degli anelli, in resa, posture, situazioni e a volte anche nelle scene stesse. Il confronto è ovviamente inevitabile. Però…

Come ultimamente dico spesso, sembra tanto un minestrone di cose. Non so se conoscete la serie di libri delle Nebbie di Avalon, o avete mai visto il labirinto del Fauno o Miss Peregrine
Insomma, se prendete gli elementi di questi film e libri e li mischiate tra loro, ottenete in pratica La ruota del tempo.

una scena

Una serie vorrei ma non posso, una serie che non appassiona fino in fondo e non incuriosisce. Vedrò il 4 episodio? Non lo sò, anche perchè ho già quasi scordato i primi 3…

Magari poi, dal 4 episodio in avanti la ruota cambierà giro, ma per ora, visti i primi tre il mio consiglio sul vedere o meno la serie è un NI.
Sigla a parte, la sigla è bellissima. Poetica, intrisa di magia in ogni suo filo, e con un potere nascosto che ha del magico. Ecco mi ha entusiasmato la sigla, rispetto alla serie.

una scena

Una serie tratta da Romanzi

La serie è tratta dai romanzi di Robert Jordan e Brandon Sanderson, pubblicati in Italia da Fanucci Editore.
Romanzi presentati, proprio in occasione dell’uscita con una nuova edizione, che vi facciamo vedere qui, con il primo volume della stessa. Serie composta da quattordici libri, pubblicati fra il 1990 e il 2013 (gli ultimi tre completati da Brandon Sanderson dopo la morte di Jordan).

La ruota del Tempo gira e le epoche si susseguono, lasciando ricordi che diventano leggenda, la leggenda sbiadisce nel mito ma anche il mito è ormai dimenticato, quando ritorna l’epoca che lo vide nascere…
Il tempo, che torna in cicli infiniti, le anime che tornano in questa terra, in nuove forme, in nuovi corpi. Come spesso accade, nel libro ci sono più dettagli, più coinvolgimento forse. Raccontato in modo diverso rispetto al film, che parte in soggettiva di Moine, la storia è forse più misteriosa…
Una nota forse scoraggiante è la durata di ben 14 volumi, per poter concludere la serie… Però il primo libro è ben scorrevole, almeno, fino dove sono arrivata a leggerlo. Scritto in modo intelligente e fluido, ci si appassiona fin da subito alla vicenda, e la voglia di proseguire è tanta…
Quindi, senza indugi, sappiate che se iniziate, vi aspettano ore e ore di lettura immersi in un mondo che imparerete ad amare…
Le pagine del libro girano, girano….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×