Wolfwalkers _ C’è bisogno di più magia, c’è bisogno di ululare al cielo

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Wolfwalkers, il popolo dei lupi. Un film d’animazione del 2020, per la regia di Tomm Moore e Ross Stewart. Potete vederlo sulla piattaforma di streaming digitale Apple TV.

wolfwalkers
il poster di Wolfwalkers

Wolfwalkers – Wolf, wolf, howls the wolf
Run free

Irlanda, 1650. Città di Kilkenny, una città fortificata, che tenta di espandersi, abbattendo tutti gli alberi della foresta vicina, per ordine del Lord Protector (che somiglia terribilmente a Frollo, il cattivo del Gobbo di Notre Dame versione Disney), il comandante delle truppe inglesi che occupano la città. Ma nella foresta vivono i lupi, e c’è una leggenda che riguarda i Wolfwalkers, creature mitologiche che corrono in mezzo ai lupi, che sanno comunicare con i lupi e che li guidano… Per questo, per risolvere il problema dei lupi e sterminarli, viene chiamato Bill Goodfellowe, cacciatore, che insieme a sua figlia Robyn si trasferisce nella cittadina.
Anche la figlia vuole diventare una cacciatrice di lupi, ha già la sua mini balestra, e il suo falco addestrato, e vuole seguire a tutti i costi il padre nella foresta. Ma la foresta è un posto troppo pericoloso per una bambina, una bambina deve stare a casa a fare le faccende domestiche e tenere in ordine la casa, di certo non deve correre libera nei boschi, in cerca di lupi… Robyn però non ne vuole sapere, lei vuole correre libera, e nella foresta ci va eccome. E nella foresta, non troverà solo piante e muschi, ma anche i lupi che tanto voleva cacciare, e, soprattutto, troverà Mebh, una vera Wolfwalkers. La diffidenza iniziale si dissolve subito, lasciando posto a un’amicizia sincera tra le due bambine, un’amicizia fatta di sogni, promesse, ma anche un pizzico di magia. Magia che solo un Wolfwalkers può capire…
Di giorno bambina, di notte nel sonno ti trasformerai in lupo, e solo da lupo vivrai la magia più pura che la natura ha da offrirti, correrai libera nel bosco, senza limiti e senza paure.

una scena del film

Il trailer del film

il trailer è in inglese, con sottotitoli in inglese

Wolfwalkers – C’è bisogno di più magia, c’è bisogno di credere e ululare al cielo

Wolfwalkers fa parte, insieme a The Secrets of Kells e La canzone del mare, di una trilogia ispirata ai miti e alle leggende irlandesi. Profondità dei sentimenti dei personaggi, stile di disegno unico, mito e leggenda sono gli ingredienti principali di questo film che vi rapirà per la sua tenerezza, anche nei momenti più duri.

Ve lo ricordate Le avventure del bosco piccolo?! Ho avuto un tuffo al cuore, le primissime immagini sembra proprio il bosco piccolo. Se volete della poesia, e se volete riempirvi gli occhi e il cuore di cose belle ecco cosa dovete vedere: Wolfwalkers.

Come si può spiegare la magia delle favole, come si può spiegare la bellezza di una linea pura di colore che gioca con se stessa fino a diventare una forma concreta, un lupo, un topolino? La storia di un’amicizia improbabile, ma così vera che scalda il cuore. La figlia del cacciatore di lupi, e la Wolfwalker, nemiche sulla carta, ma anime affini che si incontrano per non separarsi più.

La bambina che vuole spiegare al padre cacciatore che ora lei è una Wolfwalkers, che ci prova in tutti i modi a spiegare la magia di diventare un lupo, e di vedere un mondo fatto di odori e di scie colorate, ma il padre, troppo legato alla vita concreta, troppo spaventato anche solo per ascoltare, non ne vuole sapere. Sentiamo il cuore di Robyn che va in pezzi, quando capisce che il padre nemmeno vuole sentire quello che lei ha da dire, ma vuole solo che lei sia al sicuro, indipendentemente dalla sua felicità.

Wolfwalkers cerca di darci il coraggio di saltare incontro al destino, di scoprire come corre un lupo, da solo e in mezzo al branco, la pioggia che batte sul viso in mezzo a una foresta…

wolfwalkers
una scena del film

Sulla trilogia delle leggende irlandesi…

Le leggende sono da sempre piene di fascino, mistero e poesia. E tutti questi elementi li ritrovate in queste tre piccole perle di bellezza: The Secrets of Kells, La canzone del mare e Wolfwalkers. Disegni, musiche colori… Tutto crea la magia, tutto ci incanta e vogliamo vedere sempre di più, di tutti i piccoli dettagli che si presentano ai nostri occhi. Ogni scena, dalla città al bosco è un tripudio di bellezza.

E se volete analizzare la bellezza nei minimi dettagli, seguite il mio consiglio.

C’è un libro, anzi, un fumetto, dedicato a Brendan e il segreto di Kells

Troverete al suo interno tutta l’atmosfera del cartone, ma essendo su carta, potrete vedere e analizzare a vostro piacimento ogni singolo dettaglio. Edito da ReNoir Comics, l’autore è Thomas Moore. Io l’ho potuto leggere, ma devo dirvi la verità, più che leggerlo, l’ho studiato. La magia che esce da ogni pagina, da ogni disegno vi rapisce, è uno di quei libri, che sembrano essere per bambini a un primo sguardo, ma che incantano anche e soprattutto gli adulti.
Perché a qualsiasi età c’è bisogno di magia, e qui di magia ne trovate in ogni linea.

Irlanda, IX secolo. La terra è minacciata dai Vichinghi, che incombono su tutto, anche sull’abazia dove vive Brendan. Giovane monaco, salvato quando era ancora in fasce dallo zio, anche lui monaco. L’abazia è questo luogo mistico e meraviglioso, dove si scrivono e si illustrano meravigliosi manoscritti… Ma i Vichinghi stanno arrivando, e Bendan dovrà affrontare le sue paure, incontrando creature mistiche e viaggiando in mondi illustrati ispirati al Libro di Kells per riusciure a trasformarsi in ciò che è sempre stato destinato ad essere.

due pagine del bellissimo volume

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×