Il mio posto è qui – La presentazione del film al BIF&ST e l’intervista esclusiva

Arriva sui nostri schermi Il mio posto è qui, un delicato ritratto del sud Italia nel dopoguerra diretto a quattro mani da Daniela Porto e Cristiano Bortone ed interpretato splendidamente da Ludovica Martino e Marco Leonardi

Il mio posto è qui

Il mio posto è qui – il dopoguerra con gli occhi delle donne

1946: Marta (Ludovica Martino) è una ragazza madre nella Calabria del dopoguerra. Vive con il bimbo a casa dei genitori che per mettere a tacere la situazione imbarazzante la costringono a sposare un uomo vedovo. Per organizzare il matrimonio si fanno aiutare da Lorenzo (Marco Leonardi), il perpetuo omosessuale del parroco.

Durante gli incontri con Marta, Lorenzo cerca di spronarla ad assecondare la sua voglia di rivincita e di autosufficienza consigliandole di seguire un corso da dattilografa che Marta intraprende in segreto.

Il trailer del film

Il mio posto è qui – dai premi al BIF&ST alle sale

E’ stato presentato in anteprima al BIF&ST 2024 Il mio posto è qui, diretto e sceneggiato a quattro mani da Daniela Porto e Cristiano Bortone, marito e moglie nella vita, e tratto dall’omonimo libro della stessa regista. Il film ha vinto al festival il premio alla regia e alla miglior attrice protagonista Ludovica Martino.

Il mio posto è qui
I registi Daniela Porto e Cristiano Bortone ricevono il premio alla miglior regia

In un momento storico in cui la parità di genere è un tema molto caldo, con Il mio posto è qui i due registi ci regalano un ritratto ben delineato dell’evoluzione di una giovane donna inizialmente figlia del patriarcato e che si sottomette passivamente alla società.

Quando Marta si rende conto, anche grazie all’aiuto di Lorenzo, che il suo punto di vista può cambiare, si ribella e cerca di aderire alla modernità che incalza rappresentata dall’emancipazione sociale che un lavoro può donare anche in un paesino sperduto della Calabria. Il personaggio di Marta risulta molto affascinante ed è splendidamente interpretato da Ludovica Martino.

A farle da spalla c’è Marco Leonardi, attore di grande esperienza (chi non ricorda il suo Totò adolescente di Nuovo Cinema Paradiso?) che ha un personaggio verso il quale inizialmente lei ha una grande diffidenza ma a cui gradualmente si affida. Il personaggio di Lorenzo è interessante perché non rinuncia ad essere se stesso, si nasconde poco nella sua natura che all’epoca era già abbastanza problematica e prende anche iniziative affrontandone le conseguenze.

Il mio posto è qui è un film intenso e delicato, vera rivelazione del BIF&ST, che consiglio di non perdere.

Ludovica Martino
L’attrice Ludovica Martino riceve il premio al BIF&ST

La conferenza stampa del film e l’intervista esclusiva

Di seguito alcuni estratti della conferenza stampa del film al festival.

Nel video che segue la regista Daniela Porto racconta il film e Cristiano Bortone, suo marito, produttore e coregista, racconta come si sia entusiasmato per il progetto. Infine l’intervento dell’attore protagonista Marco Leonardi che parla della sua carriera e del film.

In questo video invece l’attrice Ludovica Martino parla della crescita del suo personaggio nel film e come si è rapportato al personaggio interpretato da Marco Leonardi, attore dal quale ha avuto molto supporto anche sul set e che racconta il suo personaggio, della difficoltà di essere omosessuale in quel periodo, ma anche del suo modo di essere empatico. Infine la mia intervista esclusiva all’attrice in occasione della consegna del premio.

Le immagini dei protagonisti del festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *