L’attrice Barbora Bobulova si racconta al BIF&ST 2024

Ospite del BIF&ST 2024 l’attrice slovacca Barbora Bobulova che, in occasione della proiezione del film Il sol dell’avvenire di Nanni Moretti, per cui ha vinto il premio Alida Valli come Miglior Attrice non Protagonista, ha raccontato la sua carriera.

Barbora Bobulova

Ripercorrere la carriera è una parola bruttissima perché sembra che sei alla fine, preferisco parlare di percorso. Io purtroppo ho un difetto: mi sento sempre un po’ quella bambina che è all’inizio del suo percorso per cui quando mi dici ‘ripercorriamo’ io mi chiedo cosa? Perché ho sempre l’impressione di dover ancora iniziare (ride).

Barbora Bobulova

Barbora Bobulova: interpretare Il sol dell’avvenire per Nanni Moretti

Barbora Bobulova racconta come il film sia arrivato in un periodo un po’ spento della sua carriera in cui lei stessa si stava mettendo in discussione. Inoltre parla di come si sia preparata per il film, degli aspetti in comune con la protagonista e dei consigli di Nanni Moretti (Una rompiscatole ma simpatica così le ha chiesto di essere il regista nel film)

Alcuni aneddoti del film: il provino e la scena del bacio

In questo video l’attrice racconta il rapporto con Nanni Moretti sul set e gli atteggiamenti del regista nei confronti dei due attori protagonisti, partendo dal provino e poi la prima scena sul set già difficile: un bacio appassionato con Silvio Orlando:

Barbora Bobulova: gli alti e bassi della carriera di un’attrice

In questo video Barbora Bobulova racconta come ci sia un momento della vita delle attrici in cui si ha un’età per cui i registi non riescono più a catalogarti e le proposte diminuiscono. In quel momento lei, caratterialmente, non ha avuto la forza o il coraggio di proporsi. E poi è arrivato Moretti e una serie The collective che sta girando in varie lingue (inglese russo e ungherese). Nell’ultima parte del video racconta cosa ha provato quando non è stata scelta da Moretti e in generale cosa prova quando non viene scelta.

Le impressioni del film, la modalità di lavoro di Nanni Moretti e la scena tragicomica dell’elefante

Forse la battuta più bella de Il Sol dell’Avvenire è quando il regista ferma le riprese e urla ‘ma cosa state facendo? Questo è un film che parla di politica‘. E l’attrice risponde ‘Ma chi se ne frega della politica questo è un film d’amore’. Questa è una battuta chiave del film, che in realtà è un film d’amore come il film che il regista nel film sogna di girare.

In questo video l’attrice racconta le sensazioni che le ha dato il film e le impressioni di quando l’ha visto. E poi descrive l’atteggiamento di Nanni Moretti nel film concludendo con il momento forse più tragicomico delle riprese: la scena dell’elefante:

Gli studi in Cecoslovacchia, gli esordi al cinema, la prima volta in Italia e Marco Bellocchio

In questo video Barbora Bobulova racconta del suo primo film in Italia con Marco Bellocchio Il principe di Homburg e degli studi di teatro nel suo paese. La prima volta in Italia è stata al Giffoni Film Festival con il suo primo film cecoslovacco in cui aveva solo 15 anni:

Dopo Il principe di Homburg decide di trasferirsi per un po’ di tempo in Italia con quel coraggio che si ha da giovane di lasciare un posto fisso nel Teatro Nazionale di Bratislava. A spingerla è stata però forse anche quella sensazione di incertezza che c’era nel suo paese dopo la separazione di Repubblica Ceca e Slovacchia.

Le immagini dei protagonisti del BIF&ST 2024

Termina qui la prima parte dell’articolo dedicato all’attrice Barbora Bobulova. Appuntamento alla prossima settimana per la seconda parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *