BIF&ST 2021 – La Masterclass di Carlos Saura in compagnia di Vittorio Storaro

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

La prima Masterclass del BIF&ST 2021 è stata con il regista spagnolo Carlos Saura accompagnato dal Cinematographer (come ama presentarsi) premio Oscar Vittorio Storaro che ha collaborato con il regista in ben 7 pellicole.

Carlos Saura
La masterclass di Carlos Saura e Vittorio Storaro

Il primo incontro di Vittorio Storaro e Carlos Saura e la collaborazione in Flamenco, Flamenco

Vittorio Storaro e Carlos Saura raccontano il momento del loro primo incontro. Storaro era al festival di Tokyo, quell’anno tenuto a Kyoto, perché membro della giuria ed è stato presentato dal direttore del festival a Carlos Saura con il quale ha iniziato a parlare del suo film Flamenco.

Che valore aggiunto ha portato Vittorio Storaro nel cinema di Carlos Saura? Il regista racconta come avesse immaginato il suo film Flamenco, Flamenco in bianco e nero a cui invece Storaro ha dato un bellissimo colore. Vittorio Storaro, che in tutta la sua carriera ha sempre studiato e approfondito tematiche sottolinea come, dopo uno studio approfondito dei significati dei colori, avesse voluto applicarli al film di Saura

La collaborazione dei due artisti

Vittorio Storaro racconta che nella sua carriera ha preferito collaborare con registi come Bernardo Bertolucci che ‘scriveva’ con la macchina da presa o come Carlos Saura con il quale ha sempre avuto un’ottima intesa. Quest’ultimo sottolinea il valore aggiunto ai suoi film delle tecniche fotografiche di Storaro

Se Carlos scrive con la MDP io inizialmente sono partito dal termine fotografia dal greco luce e scrittura. Io ho sempre cercato di scrivere con la luce nel senso di utilizzarla, a seconda di quella che è la sceneggiatura e lo stile generale del film che il regista mi racconta prima di iniziare, per cercare di trasmetterne il concetto centrale attraverso il linguaggio della luce che ha le stesse potenzialità della parola nella letteratura e le note nella musica che possono raccontare una storia e creare emozioni, così fa la luce e l’illuminazione.

Vittorio Storaro
Vittorio Storaro
Vittorio Storaro premiato al BIF&ST 2021

Quindi il binomio scrittura e macchina da presa, lo spazio, il ritmo, il tempo, illuminati con un certo tipo di significato rispetto alla storia è la combinazione tra il cinema di Carlos Saura e la collaborazione di Vittorio Storaro.

La musica nei film di Carlos Saura

Il cinema di Carlos Saura ha una forte connessione con la musica. C’è una differenza tra questo tipo di film e gli altri? Che complicazione può dare la musica nel cinema?

Vittorio Storaro non ha mai smesso di studiare ed approfondire teorie. Per questo motivo per lui la musica non è altro che un’altra arte che va a comporre l’insieme che sarà poi il film. Per Carlos Saura la musica è il fulcro dei suoi film ma deve essere utilizzata con attenzione

Quando ha sentito che la musica era così importante da metterla nei film? I primi film di Carlo Saura sono documentari, quando ha sentito questo forte legame con la musica?

Il regista non ricorda quando è avvenuto ma è certo che la musica abbia un ruolo fondamentale nei film soprattutto nei suoi. E conclude parlando del film Quarantaduesima strada che lo ha molto ispirato.

Io credo che siano esistiti 4 registi che hanno lavorato bene con l’immaginazione: Kurosawa, Fellini, Bergman e Bunuel e credo siano stati davvero una forza della natura perché sono riusciti ad influenzare il cinema come è oggi. Nessuno è solo tutti abbiamo delle influenze in tutte le arti e per me anche la musica ha una forte influenza.

Carlos Saura
Carlos Saura
Il regista Carlos Saura con la figlia immortala il momento del photocall al BIF&ST

Il doppiaggio per Stanley Kubrick

In questa lista non c’è una persona con cui Saura era in ottimi rapporti visto che ha diretto il doppiaggio di tutti i film di Stanley Kubrick il quale curava personalmente i doppiaggi e per la Spagna scelse proprio Carlos Saura

Kubrick ha visto il mio film Frappè alla menta e gli è piaciuto molto così mi ha chiamato e mi ha detto: tu sei l’unica persona che può gestire il doppiaggio dei miei film in Castigliano e io ero talmente contento da non crederci. Mi pagava anche tanto bene anche se comunicare con lui inizialmente era complicato dato che il mio inglese era catastrofico. Per il primo film mi ha mandato un tecnico del suono con un microfono obsoleto pensando avessimo delle tecnologie arretrate. Inoltre questo tecnico decideva anche cosa prendere e cosa no. Da lì in poi la fiducia per me e la libertà è aumentata tanto che per esempio in Barry Lyndon addirittura mi disse che il doppiatore spagnolo aveva una voce migliore dell’attore americano.

Carlos Saura
Carlos Saura
Carlos Saura premiato al BIF&ST da Margarethe Von Trotta

Che cosa significa dirigere un’opera?

Per Carlos Saura dirigere un’opera è completamente diverso dal dirigere un film, persino più difficoltoso perché ci sono tanti aspetti da considerare che in un film non ci sono

In questo video invece il maestro Storaro racconta un esperimento con l’opera lirica interessantissimo, davvero unico nel suo genere: Tosca, nei luoghi e nelle ore diretto da Giuseppe Patroni Griffi

La galleria delle immagini delle Masterclass al BIF&ST 2021

Continua a leggere la seconda parte della masterclass di Carlos Saura e Vittorio Storaro al BIF&ST 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×