Icone del cinema: Max Von Sydow – Prima Parte

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×

Continuiamo le nostre lezioni di cinema direttamente dal BIF&ST 2012 con un personaggio che ha letteralmente fatto la storia del cinema: l’attore feticcio del grande Ingmar Bergman, Max Von Sydow. Invitato a Bari per ricevere il Premio Federico Fellini 8 1/2 per l’eccellenza artistica, l’attore ha tenuto una interessante lezione di cinema che racconterò a partire da questo articolo.

Nato nel 1929 in Svezia, Max Von Sydow è ricordato prevalentemente per essere stato l’attore protagonista di ben 14 pellicole del maestro svedese Ingmar Bergman. Ma la sua fama non si è fermata solo in patria: Von Sydow infatti ha interpretato diversi film negli Stati Uniti (famosa la sua interpretazione di Padre Merrin nel film L’esorcista) ma anche in Italia, prevalentemente con i registi Francesco Rosi e Valerio Zurlini.

E’ proprio per questo motivo che l’attore, ormai ottantenne, parla e comprende l’italiano. All’inizio della lezione di cinema Max Von Sydow ha anche iniziato a parlarlo ma poi, scusandosi di non essersi mantenuto in allenamento, ha continuato in inglese.

L’attore Max Von Sydow

Il suo film da regista

Durante la sua lunga carriera, Von Sydow non è stato solo attore ma ha anche diretto un unico film nel 1988, Katinka storia romantica di un amore impossibile. Come mai uno solo? Ecco come ha risposto a questa domanda:

Perchè sono un attore non sono un regista. Forse se lo avessi fatto quando ero più giovane ci avrei provato a fare il regista ma si tratta di un’impresa enorme che porta via molto tempo e io sono piuttosto impaziente. La produzione di un film richiede molto tempo ed io sono molto pigro, mi piace fare le cose con una certa fretta e mi piace misurarmi in cose diverse.Cio nonostante è stato molto piacevole realizzare questo film.

Ogni tanto quando degli attori esordiscono alla regia si scelgono un ruolo nel film. Lui invece per Katinka ha fatto solo il regista. Come mai? La risposta nel video che segue:

Con mia grande sorpresa, quindi, alla fine il film è stato realizzato. Sono stato anche fortunato per aver ottenuto la collaborazione del mio grande amico Sven Nykvist, direttore della fotografia, che si è occupato delle riprese e mi ha aiutato in maniera meravigliosa nonostante io non abbia recitato perchè non ritenevo ci fosse per me una parte in quel film.

La scelta di fare l’attore

C’è stato un momento in cui Max Von Sydow ha deciso di fare l’attore? Nel video che segue l’attore ripercorre i suoi esordi ed il momento in cui si è avvicinato alla carriera dell’attore:

Gli esordi in teatro ed il passaggio al cinema

Gli esordi di Max Von Sydow sono stati in teatro ed a questo l’attore è rimasto molto legato:

Ai miei tempi in Svezia se si voleva fare l’attore bisognava frequentare una scuola di recitazione e lo si faceva nei teatri municipali. Io ebbi la fortuna di essere ammesso al Royal Dramatic Theatre di Stoccolma ed ho frequentato lì la scuola di recitazione per tre anni per diventare un attore di teatro.

Non ricordo che all’epoca avessi aspirazione di diventare attore di cinema però c’era il direttore della scuola che controllava i nostri progressi, assisteva ai saggi primaverili. Vi erano poi dei registi che assistevano a queste nostre prove di recitazione. Tra di loro mi notò Alf Sjöberg, un meraviglioso regista che decise di offrirmi una parte nel suo film Only a mother. Grazie a lui ho debuttato al cinema.

Max Von Sydow con il giornalista e critico cinematografico Marco Spagnoli

L’incontro con Ingmar Bergman

Cosa ha pensato Max Von Sydow la prima volta che ha incontrato Ingmar Bergman? La risposta in questo video:

Ho lavorato nel teatro municipale per 8 anni circa. Per un giovane attore come me ed è stata un’esperienza. Si trattava di piccole compagnie teatrali che però garantivano un regolare contratto e tutti noi abbiamo approfittato di questa occasione perchè ci dava modo di cimentarci con tutti i tipi di teatro, classico, moderno, tragedia e commedia. Era una forma di allenamento e formazione eccezionale per noi giovani attori.

In quel periodo Bergman è diventato direttore del teatro municipale di Malmö, nel sud della Svezia, è venuto a vederci e mi ha chiesto di andare con lui a Malmö per uno stage e quella è stata la prima volta che ho lavorato con lui.

Termina qui la prima parte della lezione di cinema di Max Von Sydow. Appuntamento alla prossima settimana per la seconda parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 0 Flares ×